Vibrazioni di Kina

Kina in concerto

Ieri ho assistito, per caso, a un concerto inaspettato. Ero andata a ritirare un libro meraviglioso, che rappresenta in pieno il periodo e il luogo in cui viviamo. Si tratta di re/search milano, in uscita nelle librerie da mercoledì prossimo. Sono stata fiera sostenitrice di un progetto che mi ha davvero entusiasmato: centinaia gli scrittori che hanno collaborato a descrivere la Milano underground, tracciando la mappa storica ed emotiva di quello che la nostra città rappresenta per le persone che la vivono. Di questo spero avrò modo di parlare più avanti (magari dopo aver letto il libro per intero).

Concerto, dicevamo. Per caso mi sono imbattuta infatti nella presentazione di un altro libro, come macchine impazzite. Due rappresentati dei Kina, noto gruppo hardcore punk italiano degli anni ’80 hanno raccontato la loro avventura musicale. Devo ammettere che di loro non ne sapevo nulla, ma appena li ho sentiti suonare in unplugged mi sono passate davanti agli occhi una serie di immagini: giovani ragazzi degli anni Novanta che pogano a un concerto di paese, sotto le note dei Persiana Jones. Giovani ragazzi che impazziscono ascoltando le Pornoriviste. Giovani ragazzi che accorrono al concerto dei Derozer.

Insomma ho avuto la netta sensazione che i Kina fossero i capostipiti di tutto quello che si ascoltava nelle piazze e alle feste del nostro paese quando eravamo adolescenti. Devo dire che questo mi ha molto commosso. E allora beccatevi ‘sto video.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s