Said

Cartolina - SaidOltre Rabat, quarant’anni dopo.

Volevo scrivere una poesia, un racconto, qualcosa, e invece è arrivato Said e mi ha regalato questa cartolina. Si è messo a piangere, urlava e diceva che la vita è difficile, che è difficile, sotto le note di un sassofonista di fianco a noi…
Mi interrompeva, volevo scrivere il solito racconto metropolitano (“Un uomo guarda una donna, una donna guarda un uomo”…), invece di fronte a me c’era un uomo sotto la pioggia battente il buio e i primi 5 gradi di Milano. Il che non era più poetico, non era più niente.

Solo il suo viaggio a 17 anni e mezzo, in aereo, lui era regolare, e sua madre morta sei o sette anni fa, perché è difficile, perché quando morite voi donne è difficile, sapete dare così tanto, madre sorella santa, io sono musulmano ma bevo e mangio maiale se no muoio, come fai a capire, nessuno lo capisce, io però chiedo perdono.

Guarda su il coccodrillo, l’asino che vola – guarda su.

Visualizza Pdf

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s